Le 5 tendenze di viaggio che ci aspettano nel 2017

5 tendenze di viaggio per il 2017

Con il nuovo anno alle porte, impazzano i sondaggi da parte dei portali legati al turismo circa le tendenze e le caratteristiche dei prossimi viaggi targati 2017. Emergono connotati già definiti nel 2016, come il concetto di turismo esperienziale, e una modalità di viaggiare sempre più libera e indipendente, ma prendono forma anche nuove tendenze e dati molto interessanti.

Ecco quali saranno le tendenze di viaggio predominanti per questo 2017 ormai imminente.

1.   Esplorare nuove destinazioni

Il 2017 sarà l’anno dei viaggiatori che vogliono sperimentare nuove mete, curiose, affascinanti e insolite. Basta viaggi organizzati e luoghi visti e stravisti sulla bocca di tutti. Secondo il portale Skyscanner, in base alle analisi delle ricerche effettuare per i voli aerei, per il 2017 figurano mete emergenti lontane dalle grandi rotte e dal turismo di massa. Nella top ten delle destinazioni più gettonate compaiono l’Iran  e il Medio Oriente (con un boom di ricerche del 25%), il Myanmar, la Colombia, il Cile, il Montenegro, ma anche l’Antartide.

Tendenze di viaggio 2017

2.  Sperimentare il turismo sostenibile

Se tra le nuove mete più richieste per il prossimo anno compare anche l’Antartide, una delle motivazioni è che cresce l’interesse per un turismo responsabile ed eco-sostenibile, attento ai problemi ambientali e improntato al rispetto della natura e delle zone più a rischio. Così cresce l’interesse per visitare (in modo attento) zone a rischio ambientale, come la Barriera Corallina australiana, e cresce la preferenza per eco-lodge e centri di recupero degli animali. L’Unesco ha tra l’altro dichiarato che il 2017 sarà l’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo.

3.  Cercare esperienze autentiche

Si conferma un trend vincente quello della ricerca di esperienze autentiche, da vivere il più possibile a contatto con i locals, gli abitanti del posto. Esperienze di questo tipo fanno sempre più spesso rima con cibo e tour sul territorio. Molto richiesti le cooking class, i corsi di cucina locale, ma soprattutto la possibilità di fare un pranzo o una cena con i locali.

4. Viaggiare in solitaria

In Italia è un fenomeno ancora poco praticato, ma il trend comincia a farsi sentire anche tra i viaggiatori italiani e anche per i viaggi connotati al femminile. Stiamo parlando dei viaggi in solitaria, che all’estero stanno crescendo considerevolmente. Questa è una modalità di viaggio molto amata in Germania (è a favore l’80% dei viaggiatori), Gran Bretagna (il 69%) e Canada (67%).  Ovviamente questa modalità va di pari passo con i viaggi indipendenti, organizzati completamente in autonomia.

5. Cercare l’avventura

Per il 2017 si va verso la fisionomia di una vacanza più attiva e dinamica, possibilmente indirizzata all’avventura. I viaggiatori cercano sì il relax, ma anche occasioni di divertimento ed esperienze adrenaliniche, per sfuggire alla routine, provare qualcosa di diverso, avere un arricchimento personale. Forse perché, come scrisse Bruce Chatwin, “Diversivo, distrazione, fantasia, cambiamenti di moda, di cibo, amore e paesaggio. Ne abbiamo bisogno come dell’aria che respiriamo”.

Menu