Strategie di Marketing territoriale e turistico

turismo

Marketing territoriale e turistico: come impostare la giusta strategia

Uno degli obiettivi del marketing territoriale e turistico, oltre alla promozione della località specifica, è quello di acquisire nuovi clienti fidelizzandoli.

Il marketing territoriale e quello turistico sono ideali anche per la realizzazione di un piano destinato a promuovere e migliorare la reputazione del brand di una struttura ricettiva.

Ma come si imposta la giusta strategia di marketing? Quali sono gli elementi da prendere in considerazione? Se vuoi scoprirlo leggi la nostra guida dedicata con tanti consigli quanti come vincere in un’app slot gratis. Pronto a partire? Allora vediamo insieme come creare la giusta strategia.

Marketing territoriale e turistico: quali sono gli elementi caratteristici?

Il marketing territoriale e quello turistico riuniscono tutte quelle iniziative della comunicazione che sono adottate da strutture turistiche per la promozione del territorio, dai tour operator, dalle strutture ricettive per riuscire ad attrarre nuovi utenti e al contempo fidelizzare quelli che già conoscono la destinazione o struttura.

Creare una strategia di marketing è molto importante integrando un progetto omnicanale che preveda sia l’impiego di strumenti offline sia online. Una strategia di marketing turistico e territoriale efficiente consente di raggiungere al meglio un target ben definito nei vari processi del funnel che poi porteranno l’utente a fare una conversione.

E questo è possibile sfruttando linguaggi e canali che siano in grado di catturare l’attenzione degli utenti.

Come impostare una strategia di marketing per il territorio e il turismo?

Come si imposta una strategia di marketing territoriale e turistico? Per ottenere dei buoni risultati è necessario valutare 3 specifici parametri che serviranno a seguire un progetto ben delineato.

Le tre cose da considerare sono: gli obiettivi da raggiungere, il target di riferimento, la USP ossia Unique Selling Proposition.

Gli obiettivi principali da raggiungere in genere nel campo del marketing territoriale sono: aumentare le prenotazioni della struttura ricettiva, avere un maggior numero di prenotazioni per i tour organizzati, vedere una crescita del turismo su tutto il territorio.

In secondo piano, bisogna considerare il target. Infatti, non tutte le strutture ricettive o destinazioni turistiche hanno lo stesso target di riferimento. Se siete una destinazione o struttura per famiglie dovrete concentrarvi su questo specifico target di persone.

Se siete una destinazione per i giovani allora vi concentrerete su di loro. Insomma, in base al target principale potrete promuovere al meglio territorio o strutture ricettive.

Infine, bisogna considerare la Unique Selling Proposition: ossia il punto differenziante che permette alla località o struttura di essere unica e distinta dalla concorrenza. Se hai un hotel devi individuare i suoi punti di unicità se si tratta di marketing territoriale è necessario invece basarsi sulle attrazioni più interessanti offerte dalla propria città e sui tour che vengono promossi.

Come realizzare un progetto di marketing territoriale e turistico

Una volta compresa la strategia di marketing che si vuole seguire è necessario andare a strutturare il progetto. Un progetto per il marketing del territorio e turistico vede diversi step da seguire a uno a uno.

Il primo passo è la creazione di un piano di marketing seguendo le tre linee guida che abbiamo visto sopra. Dopo di ché bisogna scegliere i vari canali di comunicazione sia online sia offline.

Tra i vari canali di comunicazione non può mancare: l’uso di un sito web ottimizzato, la creazione di profili sui social network per riuscire a promuovere l’attività o destinazione più ad ampio raggio, creazione di contenuti video e testuali per la località turistica o per la struttura ricettiva.

Con il giusto materiale e i canali di comunicazione scelti è possibile impostare la propria strategia e studiare attentamente quali sono quelli che ti portano maggiori risultati, scegliendo di fare investimenti maggiori su quegli strumenti che comportano un ritorno sull’investimento più interessante.

Coordinamento editoriale: Alessandro De Ponti
Brain Storming: Redazione Turismo & Innovazione

Sei nel blog di Turismo & Innovazione

 

Menu